Logo Team Takeoff

solutions and strategies

ITA
ENG

Il nostro obiettivo primario è quello di rilevare le esigenze di crescita, sviluppo ed evoluzione delle aziende nostre clienti e di accompagnarle lungo il necessario percorso di riorganizzazione.

Dal 1987 ad oggi abbiamo collaborato con realtà più o meno complesse, di svariati comparti e con vocazioni molto diversificate, riuscendo sempre a trovare soluzioni manageriali ed operative tailor made.

Per noi non esistono clienti piccoli o grandi: per ogni azienda studiamo e realizziamo soluzioni su misura, perfettamente rispondenti alle aspettative e funzionali agli obiettivi del cliente, coinvolgendo i vertici manageriali in un'ottica di condivisione.

La formazione ed il costante aggiornamento professionale sono per noi fattori indispensabili: per questo prendiamo parte a numerosi corsi di specializzazione e convegni su tematiche aziendali e normative.

Questa è la filosofia che in oltre 30 anni di attività ci ha permesso di raggiungere, insieme ai nostri clienti, ambiziosi e concreti risultati economici e organizzativi.

  • Dimensionamento ed organizzazione delle reti di vendita
  • Una rete di vendita efficiente deve essere correttamente dimensionata, in funzione della clientela target e di quella potenziale, oltre che in funzione del budget di vendita e deve essere supportata da profili professionali adeguati e motivati. Dimensioneremo e struttureremo la vostra rete di vendita per un presidio ottimale del mercato e per un miglioramento delle performance.
    Il fattore di successo di una società dipende, oltre che dalla qualità del prodotto/servizio erogato, soprattutto dalla possibilità di contare su un'adeguata e solida organizzazione delle aree di vendita, reale collegamento tra l'azienda e il mercato.
    Step essenziali sono:

    • analizzare la copertura territoriale e le potenzialità dei mercati per ottimizzare le aree commerciali valutando l'inserimento di nuovi venditori o la riattribuzione delle aree stesse;
    • analizzare la concorrenza nel mercato presidiato (si riducono in proporzione i budget di chi opera in contesti fortemente competitivi);
    • assegnare il portafoglio clienti e prospect alla rete in funzione di criteri geografici e di indicatori di potenzialità definiti;
    • distribuire gli obiettivi aziendali alla forza vendita e monitorare le performance in modo coerente con la reale potenzialità dell'area assegnata a ciascun venditore.

  • Impostazione della metodologia di controllo dell'attività commerciale
  • L'azienda deve periodicamente poter verificare le proprie performance commerciali e poter di conseguenza attuare scelte che possano reindirizzare gli sforzi a fronte di gap rispetto ai budget. Il nostro compito sarà quello di applicare una metodologia di controllo efficace e supportare l'azienda, organizzando e gestendo riunioni commerciali con i venditori.
    Analizzare e ottimizzare il portafoglio prodotti, elaborare strategie di prezzo, scegliere il mix di canali ottimale (wholesale e retail), modulare efficacemente la forza vendita (diretta o indiretta), governare le performance di punto vendita o di singolo venditore, comprendere le logiche e gli strumenti per valutare gli effetti delle decisioni prese, sintetizzarli in KPI e individuare le modalità per la definizione delle migliori scelte commerciali: questi sono i fattori che costituiscono il processo di analisi, pianificazione e controllo commerciale.


  • Logistica aziendale (i.e. produzione, magazzino, distribuzione)
  • La gestione della logistica è un aspetto strategico per il successo di un'azienda: studieremo le soluzioni più adatte alla vostra realtà
    La logistica industriale (o business logistics), in un'azienda industriale ha come obiettivo la gestione fisica, informativa ed organizzativa del flusso dei prodotti dalle fonti di approvvigionamento ai clienti finali.
    Il miglioramento nella gestione dei flussi all'interno della catena logistica non può prescindere dal fattivo coinvolgimento degli attori esterni: l'obiettivo della logistica è sostanzialmente quello di governare tutte le fasi del processo produttivo, anche esterne all'azienda, secondo una visione sistemica.


  • Programmazione della produzione
  • Vi supporteremo studiando sistemi di programmazione di produzione e sistemi di controllo di processo.
    La programmazione della produzione prevede l'armonizzazione della domanda del mercato con le potenzialità del sistema produttivo, stanti i vincoli legati alla saturazione dei macchinari e al contenimento delle scorte, alla disponibilità finanziaria, alla sicurezza e alla tutela ambientale. La variabilità della domanda rende necessaria la flessibilità nella produzione e la tempestività nell'individuazione dei nuovi bisogni e nella creazione di risposte efficaci.
    La programmazione della produzione prevede quattro fasi:

    • previsioni di vendita
    • gestione degli ordini consuntivati
    • preparazione del programma generale di produzione
    • pianificazione dei fabbisogni


  • Sistemi di controllo di processo
  • Impostiamo sistemi di controllo dei processi e individuiamo e attuiamo misure correttive ove necessario.
    Il monitoraggio costante dei processi consente la tempestiva individuazione di sacche di inefficienza e l'attuazione di interventi correttivi che minimizzino le perdite operative e le disfunzioni produttive, che potrebbero compromettere la performance complessiva dell'azienda.


  • Selezione, inserimento, valutazione e formazione del Personale
  • Valutiamo il fabbisogno di risorse umane, definiamo gli skill e individuiamo le caratteristiche richieste nei candidati a garanzia dell'inserimento in azienda di risorse adeguate. Analogamente ci occupiamo della valutazione delle risorse in forza all'azienda e della loro valorizzazione.
    La selezione del personale è l'insieme delle attività organizzative che hanno come scopo la scelta delle persone che ricoprano determinati ruoli o svolgano determinati lavori, perché possesso di determinate competenze, capacità e abilità. La gestione del processo prevede aspetti di natura economica, legale, psicologica.
    La quantità e la qualità delle risorse da ricercare derivano principalmente dal processo di pianificazione del personale, in base alle caratteristiche delle posizioni da ricoprire.
    Il processo di selezione comprende tre momenti principali:

    • il reclutamento
    • la valutazione
    • l'inserimento.

    La valutazione del personale indica il complesso sistema operativo dell'azienda che prevede che ciascun lavoratore venga valutato, periodicamente e in base a criteri omogenei ed oggettivi, sul rendimento e sulle caratteristiche professionali che si estrinsecano nell'esecuzione del lavoro.
    La valutazione del personale ha molteplici finalità, tra le quali:

    • migliorare le prestazioni delle risorse umane orientandole verso il conseguimento degli obiettivi aziendali;
    • censire le competenze ed il potenziale delle risorse umane in funzione dell'ottimale impiego delle stesse e del loro futuro sviluppo;
    • individuare l'effettivo fabbisogno di risorse e individuare eventuali surplus o deficit di risorse o eventuali lacune formative;
    • fornire un input oggettivo al sistema incentivante dell'azienda, in base al quale decidere gli incentivi e le sanzioni al personale.

    La valutazione può incentrarsi su diversi aspetti, in funzione dei quali si identificano tre metodologie comunemente note come le 3 P:

    • valutazione delle posizioni (caratteristiche della posizione, profilo ideale, profilo reale, elementi per la retribuzione)
    • valutazione delle prestazioni (scostamento di un mix di competenze e capacità rispetto ai livelli attesi per ruolo)
    • valutazione del potenziale (competenze e capacità non espresse ma presenti)

    La formazione aziendale è quella attività strutturata di un'azienda che si propone di insegnare al proprio personale competenze specifiche, con la finalità di valorizzare il proprio capitale umano e colmare i gap tra competenze reali e competenze attese.


  • Impostazione della contabilità industriale
  • La conoscenza dettagliata e tempestiva delle voci di costo di un'azienda è essenziale per poterne garantire l'equilibrio finanziario; imposteremo un sistema di contabilità industriale estremamente efficiente.
    La contabilità industriale a partire dalle informazioni proprie della contabilità generale e della contabilità analitica, ne crea e gestisce di proprie, meno puntuali ma tempestive e quindi effettivamente utili alla gestione interna: la mancanza di tempestività tipica della contabilità generale e della contabilità analitica può infatti impedire di correggere in tempo una situazione interna non favorevole provocando seri danni all'azienda nel suo complesso.


  • Controllo di gestione
  • Vi affiancheremo nell'individuazione dei centri di costo, nella stesura del budget, nell'identificazione degli indicatori più significativi, nel monitoraggio e nella definizione di azioni correttive e, infine, in fase di consuntivazione dei risultati.
    In un'azienda il controllo di gestione è il sistema operativo volto a guidare la gestione verso il conseguimento degli obiettivi stabiliti in sede di pianificazione operativa, rilevando, attraverso la misurazione di appositi indicatori, lo scostamento tra obiettivi pianificati e risultati conseguiti e informando di tali scostamenti gli organi responsabili, affinché possano decidere e attuare le opportune azioni correttive, anche sensibilizzando il personale e indirizzandone il comportamento attraverso i sistemi di valutazione del personale ed il sistema incentivante.
    Il processo di controllo di gestione si articola in tre fasi:

    • budget: gli obiettivi operativi vengono resi misurabili, con la definizione di indicatori e di un target, corredati della previsione delle risorse (umane, finanziarie ecc.) necessarie al loro conseguimento e assegnati, unitamente alle risorse, agli organi aziendali responsabili del loro conseguimento, che prendono il nome di centri di responsabilità.
      I criteri di misurazione del grado di raggiungimento degli obiettivi possono essere di efficacia (% di raggiungimento) e di efficienza (effort effettivo rispetto al teorico)
    • monitoraggio: gli indicatori vengono rilevati periodicamente e le informazioni raccolte vengono trasmesse ai centri di responsabilità competenti, i quali possono intraprendere azioni correttive per colmare il gap rispetto al target
    • consuntivo: a fine periodo ai centri di responsabilità e al vertice aziendale vengono fornite le informazioni sulla misurazione finale degli indicatori, con lo scopo di supportare il successivo ciclo di budgeting e di valutare il management

  • Analisi di fattibilità
  • Svolgiamo accurate analisi di fattibilità in merito alle vostre idee imprenditoriali, siano esse relative a start up o al lancio di nuovi prodotti o servizi.
    L'analisi di fattibilità di un progetto viene svolta a partire da dati e stime a livello macro in modo da ottimizzare l'effort in termini di tempo e risorse; l'impostazione dello studio deve poter supportare:

    • il confronto tra progetti similari nell'ottica di una gestione/selezione di portafoglio;
    • la valutazione del contributo di ciascun progetto al business aziendale;
    • l'individuazione di una corretta allocazione degli investimenti;
    • la sostenibilità dei flussi di cassa associati a ciascun progetto.

  • Start-up di nuove iniziative
  • L'avvio di una nuova attività, indipendentemente dall'entità economico-finanziaria dell'iniziativa, dal contenuto innovativo e dal settore in cui si inserisce deve essere preceduto da un accurato lavoro di analisi preventiva.
    Con il termine startup si identifica la fase iniziale per l'avvio di una nuova impresa, cioè quel periodo nel quale un'organizzazione cerca di rendere redditizia un'idea attraverso processi ripetibili e scalabili.
    Il piano di startup è un prospetto che evidenzia determinati costi tipici dei primi dodici mesi di attività, ovvero del periodo in cui si affrontano costi certi a fronte di ricavi incerti, nonché l'ammontare del capitale proprio che si intende investire nell'azienda.
    Lo startup comprende quindi tutte le spese relative alla costituzione della società e agli investimenti strutturali, gli stipendi, le spese relative al materiale di consumo e l'indicazione del capitale proprio. In questo modo l'imprenditore ha un quadro chiaro dello scenario finanziario relativo ai mesi successivi e della sua capacità di remunerare il capitale investito.


  • Check-up del livello di servizio
  • Misuriamo il livello di soddisfazione dei vostri clienti e individuiamo eventuali aree di inefficienza della governance, al fine di attuare azioni correttive efficaci.
    Il livello di Qualità raggiunto può essere misurato in molti modi diversi ed è necessario individuare quelli più utili e produttivi per ciascuna azienda.
    Il metodo più comune per raccogliere informazioni sul livello di soddisfazione della clientela è quello di utilizzare il questionario di customer satisfaction. I questionari vengono distribuiti ad una porzione di clientela (o anche di non clienti) per raccogliere un campione rappresentativo di dati e di idee che potranno essere utilizzati, in seguito, per migliorare un prodotto o un servizio.
    Altri metodi di rilevazione sono le ricerche di mercato in particolari settori di business o, ancora, il confronto con ciò che vogliono i clienti per quanto riguarda uno specifico ambito di vendite mediante la consultazione di indagini condotte in passato e disponibili in banche dati appositamente create per supportare le aziende.


  • Pianificazione strategica d'azienda e/o di divisione
  • Vi affianchiamo nella delicata fase della pianificazione strategica della vostra azienda, aiutandovi ad individuare gli obiettivi a breve, medio-lungo termine e a pianificare le attività necessarie per raggiungerli.
    La pianificazione aziendale può essere definita come il sistema operativo attraverso il quale l'azienda definisce i suoi obiettivi SMART, acronimo di specific (specifico, non generico), measurable (misurabile), achievable (raggiungibile), realistic (realistico) e time-bound (da raggiungere in un tempo definito), previa analisi della realizzabilità in termini di risorse necessarie (umane, finanziarie e materiali), di tempistica e dei conseguenti vantaggi; la pianificazione aziendale definisce anche le azioni atte a conseguire gli obiettivi individuati.
    La pianificazione viene formalizzata con la redazione di piani relativi alle singole aree (ad esempio, funzionali) nelle quali si articola l'azienda, che sono poi integrati in un unico piano aziendale, sottoposto all'approvazione dell'organo competente.
    Il processo di pianificazione (planning) non si esaurisce con l'approvazione dei piani: l'andamento della loro attuazione va, infatti, verificato nel tempo, giungendo anche alla revisione o all'aggiornamento degli stessi in caso di eventi rilevanti. Per i piani a breve termine può essere formalizzata anche un'attività di verifica ed aggiornamento periodica, ad esempio trimestrale.


  • Posizionamento strategico
  • Individuiamo il posizionamento di mercato più idoneo per l'azienda, intercettando il target e studiando le strategie più idonee a rafforzarne l'immagine e la reputazione
    Il posizionamento è il modo in cui un'azienda trova collocazione nel mercato di riferimento, in cui viene individuata e riconosciuta e guida tutto il processo di marketing, inclusa la strategia: ogni iniziativa dell'azienda deve quindi essere coerente al posizionamento stesso.
    La reputazione viene costruita attraverso i "media" ed è un fattore determinante nell'efficacia di vendita.
    Nel Web uno dei fattori di maggiore importanza è la possibilità di acquisire visibilità grazie ai motori di ricerca. In questo caso il posizionamento, applicato al Web, prevede l'ideazione di una strategia atta ad aumentare la popolarità di un sito, che viene ottimizzato per occupare una posizione il più possibile favorevole e rilevante fra i risultati che il motore di ricerca restituisce. In questo caso il posizionamento può essere diviso in due categorie:

    • posizionamento naturale, dato dall'ottimizzazione del sito internet, facendo particolare attenzione all'alberatura del sito, alla pulizia del codice, ai testi, ai meta tag, ai link e alle altre indicazioni che la pagina fornisce ai vari motori di ricerca, ma soprattutto è dato dalla mole di "rumore" che il valore, la parola chiave o il sito sviluppano in coloro che scrivono nel Web.
    • link sponsorizzati, inserzioni a pagamento per le quali l'inserzionista acquista delle parole a cui abbina un messaggio e una pagina di destinazione a cui l'utente viene indirizzato.

  • Predisposizione e gestione di business plan
  • Elaboriamo e curiamo l'aggiornamento costante del business plan garantendone la corrispondenza allo stato di avanzamento dell'iniziativa sottostante.
    Il business plan è un documento che sintetizza i contenuti e le caratteristiche di un progetto imprenditoriale (business idea). Viene utilizzato sia per la pianificazione e gestione aziendale che per la comunicazione esterna, in particolare verso potenziali finanziatori o investitori.
    Un business plan deve contenere la descrizione sommaria del progetto d'investimento e l'illustrazione del tipo di impresa che si intende creare, la presentazione dell'imprenditore e del management, un'analisi di mercato con un focus sulle caratteristiche della concorrenza e su fattori critici, gli obiettivi di vendita ed organizzazione commerciale, un piano di marketing, una matrice strategica di posizionamento, un'analisi su redemption della campagna pubblicitaria, la descrizione della fattibilità tecnica del progetto relativamente al processo produttivo, alla necessità di investimenti in impianti, alla disponibilità di manodopera e di servizi quali trasporti, energie, telecomunicazioni, ecc..., un piano di fattibilità economico - finanziaria, l'indicazione del fabbisogno finanziario complessivo e delle relative coperture, informazioni sulla redditività attesa dell'investimento e sui fattori d i rischio che possono influenzarla negativamente, l'indicazione degli investitori coinvolti e la proposta di partecipazione richiesta ai finanziatori, una sintetica valutazione dell'impatto ambientale del progetto, un piano temporale di sviluppo delle attività.


  • Analisi comparative e ricerche specifiche mirate
  • Affianchiamo i nostri clienti nel percorso di analisi comparativa con beni/servizi della medesima categoria, preliminarmente alla decisione di produrre un bene o un servizio e di commercializzarlo.
    Una volta analizzato il mercato obiettivo (target) è necessario capire con chi ci si sta confrontando, valutando le opportunità di scelta che vengono offerte al potenziale cliente.
    È necessario individuare i prodotti, le politiche di prezzo e le strategie dei concorrenti, senza sottovalutare i concorrenti potenziali, quelli che ancora non sono presenti nel mercato ma possono entrarvi presto, classificandoli in base a:

    • Volume di vendite
    • Target
    • Orientamento al mercato o al prodotto
    • Tipologia: Produttori / rivenditori o entrambi
    • Diversificazione (uno o più settori)
    • Tecnologie utilizzate
    • Marchi e brevetti

    Per conoscere i concorrenti dobbiamo:

    • Identificarli
    • Classificarli
    • Studiare le loro potenzialità
    • Identificare i loro clienti
    • Conoscere i loro prodotti, i prezzi, la strategia pubblicitaria
    • Prevedere i loro comportamenti futuri

  • Studio e strategie di introduzione alla G.D.O.
  • Abbiamo le competenze necessarie per consentire alla vostra azienda di diventare supplier della GDO, fornendovi la possibilità di raggiungere target di clientela molto ampi e diversificati.
    La rilevante e continua crescita della grande distribuzione in Italia impone alle imprese produttrici che intendano diventarne fornitori una sua puntuale conoscenza e una mirata politica di vendita per rispondere con efficacia alle sue richieste. Conoscere l'evoluzione della grande distribuzione attraverso tutte le sue forme, le specifiche tecniche di vendita e di acquisto dei prodotti, saper individuare una politica di vendita ed elaborare politiche di sostenimento, mantenimento e consolidamento della posizione raggiunta sono fattori essenziali.


  • Corporate image
  • Elaboreremo un'immagine coordinata della vostra azienda che risulterà identificativa, distintiva e vincente.
    L'immagine coordinata di un'azienda è la sua identità visiva, ciò che la contraddistingue e la differenzia dai concorrenti, è ciò che da la prima impressione e che deve rispecchiare la mission dell'azienda, gli obbiettivi, il target, lo stile e la comunicazione a 360°, interna ed esterna.
    Oltre agli elementi base (logo, carta intestata, biglietti da visita, sito web), contribuiscono all'immagine coordinata dell'azienda la brochure illustrativa dell'attività, dei principali servizi o prodotti dell'azienda, il packaging degli stessi prodotti, la pubblicità (da quella cartacea a quella televisiva), le newsletter del sito, le e-mail grafiche, le cartelline di presentazione, i porta-documenti, fino al materiale promozionale ed i gadget.


  • Progetti integrati di promozione dell'immagine dell'azienda
  • Studiamo e realizziamo progetti che conferiscono alla vostra azienda un'immagine di successo, in tutte le sue forme e in ogni direzione, integrando strumenti, tipologia e canali di comunicazione.
    Per comunicazione integrata in azienda si intende l'integrazione tanto degli strumenti di comunicazione (pubblicità, posta diretta, dépliant, ecc.), quanto dei vari tipi di comunicazione (comunicazione interna e esterna, suddivisa a seconda dei vari settori), secondo un piano prestabilito, in modo che le varie azioni di comunicazione si supportino l'un l'altra e costituiscano il cosiddetto effetto moltiplica. Mentre l'integrazione dei vari strumenti di cui l'impresa fa uso nei suoi processi di comunicazione, allo scopo di ottimizzare l'impiego delle risorse disponibili, concentrare i messaggi, indirizzare in modo completo e "integrato" i diversi target di riferimento, risulta realizzabile con sforzi non eccessivi, l'integrazione dei flussi comunicativi che muovono le varie aree d'impresa, all'esterno e all'interno (alta direzione, marketing e vendite, risorse umane, amministrazione, finanza, controllo, logistica, produzione, ecc.) richiede di assemblare e calibrare i messaggi in funzione dei destinatari, differenziandoli nella declinazione, ma salvaguardandone tuttavia l'univocità, la coerenza degli obiettivi di fondo e della strategia


  • Naming e branding
  • Troviamo il nome giusto per ogni prodotto o servizio e per ogni azienda e lo abbiniamo ad un logo caratterizzante e immediatamente riconoscibile.
    La scelta del nome di un prodotto o di un servizio (NAMING) oppure di un'azienda (BRANDING) è il frutto di un'operazione strategica di marketing che prende in considerazione sia la qualità dell'oggetto, servizio o azienda da denominare, sia il possibile utilizzo nel contesto stabilito.
    Tale scelta è una delle principali variabili che definiscono una strategia di marca.
    Sarà infatti il nome a costruire la storia stessa di un prodotto e della sua azienda e a definirne il posizionamento nel mercato e l'eventuale business.
    Scelto il nome, si tratterà anzitutto di esprimerlo graficamente mediante il logotipo, che può produrre degli effetti di senso che possono aumentare il valore strategico del nome stesso


  • Packaging
  • Ci occupiamo del packaging dei vostri prodotti, perché possa indurre all'acquisto il potenziale cliente.
    Il packaging non si limita alla materialità dell'imballaggio, ma si riferisce anche agli aspetti immateriali riguardanti il processo produttivo, industriale ed estetico dell'imballo di un prodotto: la confezione di un prodotto è quella che trasmette la prima sensazione e suscita la prima emozione nel potenziale acquirente, che deve quindi essere attratto dall'aspetto visivo del prodotto, che deve generare un bisogno e indurre all'acquisto.
    Insieme individueremo le migliori soluzioni in termini di materiali, forma e grafica per rendere il vostro prodotto assolutamente accattivante.


  • Supporto alle vendite
  • Interveniamo nei briefing della struttura commerciale, trasferendo strategie e tecniche di vendita.
    È necessario che l'area commerciale venga guidata da principi e strategie comuni tra la Direzione e i venditori, ai quali devono essere trasferite le linee guida aziendali.


  • Progettazione ed esecuzione grafica
  • Ci occupiamo della progettazione ed esecuzione grafica di elementi che garantiscono una comunicazione efficace ed originale.
    Armonia, Enfasi, Ritmo, Movimento, Equilibrio, Proporzione, Unità, Spazi bianchi, Contrasto...le "leggi" che regolamentano la grafica sembrano infinite e di notevole complessità.
    Sapersi destreggiare tra questi elementi in fase di progettazione e di esecuzione del progetto grafico è essenziale per creare un'immagine efficace dell'azienda.


  • Internet web design
  • Creiamo siti internet statici o dinamici e responsive che rappresentano al meglio la vostra azienda e costituiscono una vetrina strategica per i vostri prodotti.
    Il web design consiste nello sviluppo teorico e pratico di un sito web, a partire dallo studio del singolo elemento, fino alla realizzazione dell'architettura complessiva del sito, che deve rispettare specifiche di usabilità e accessibilità. La realizzazione di un sito web è un'operazione che coinvolge diverse competenze: dall'analista che raccoglie le richieste del cliente, al graphic designer che progetta l'interfaccia grafica, al web designer che codifica la bozza grafica creata in pagine web in codice. Progetti più evoluti richiedono inoltre specialisti di web marketing per definire la strategia comunicativa, esperti di copywriting per redigere o correggere i contenuti, sviluppatori che si occupano di generare applicazioni dinamiche e aggiungono funzioni interattive.


  • Multimedia management
  • Diamo visibilità alla vostra azienda e ai vostri prodotti attraverso tutti i media, individuando il giusto equilibrio tra lo sfruttamento dei diversi canali di comunicazione e adattando il linguaggio al canale utilizzato.
    La "multimedialità" influisce sul linguaggio utilizzato per la comunicazione: ogni canale prevede uno specifico lessico e l'utilizzo di codici comunicativi (es. 'immagine filmica e i linguaggi visivi) la cui evoluzione è influenzata da quella della tecnologia e dei device di accesso.


  • Il nostro approccio
  • Progettiamo e realizziamo modelli organizzativi che rispondano ai requisiti previsti dai principali sistemi di certificazione. La nostra esperienza nella Certificazione dei Sistemi Qualità si è consolidata attraverso gli anni, specializzandosi con l'evoluzione della Norme. La professionalità dei nostri consulenti è garantita dal costante aggiornamento e dal conseguimento di diplomi rilasciati da enti certificati.

    Il nostro approccio prevede un percorso articolato, durante il quale assistiamo direttamente e costantemente l'azienda nostra cliente sino al rilascio della Certificazione:

    • Check-up aziendale e gap analysis
    • Progettazione dell'intervento
    • Pianificazione e scheduling delle attività
    • Implementazione graduale e continua del Sistema
    • Verifica del Sistema tramite cicli di Audit con personale qualificato
    • Assistenza durante le fasi di Riesame della Direzione
    • Assistenza nella scelta dell'Ente di Certificazione
    • Eventuale partecipazione alle fasi di Certificazione
    • Assistenza nel mantenimento e implementazione continua del Sistema
    • Integrazione dei requisiti aggiuntivi rispetto al sistema qualità esistente

  • ISO 9001 "Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti"
  • Con la sigla ISO 9000 si identifica una serie di normative e linee guida (ISO 9000, ISO 9001 e ISO 9004) sviluppate dall'Organizzazione Internazionale per la Normazione, che definiscono, nell'ambito di un'organizzazione, i requisiti per la realizzazione di un sistema di gestione della qualità, al fine di condurre i processi aziendali, migliorare l'efficacia e l'efficienza nella realizzazione del prodotto e nell'erogazione del servizio in un'ottica di massimizzazione della soddisfazione del cliente, punto focale del sistema.
    Vengono utilizzate nell'industria come modello di riferimento per la qualificazione dei fornitori e nei contratti tra fornitori e clienti.
    ISO 9001 "Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti" è stata emessa nel 1987 ed è stata revisionata più volte nel 1994, 2000, 2008 fino alla nuova norma di recente emissione del 2015
    La norma garantisce il monitoraggio del controllo del processo produttivo in modo ciclico e ne determina i punti di forza e di debolezza al fine di determinarne l'efficacia e l'efficienza nel tempo.
    È l'unica norma della famiglia ISO 9000 per cui un'azienda possa essere certificata.
    In Italia la norma è stata recepita con il nome UNI EN ISO 9001:2008, poiché è stata armonizzata, pubblicata e diffusa dall'Ente Nazionale Italiano di Unificazione e dal Comitato Europeo di Normazione in Europa.


  • ISO TS 16949 "Requisiti particolari per l'applicazione della ISO 9001 per la produzione di serie e delle parti di ricambio nell'industria automobilistica"
  • ISO TS 16949 prevede severe specifiche tecniche delineate in uno standard di gestione della qualità per i fornitori del settore automobilistico, diventato un punto di riferimento nel settore automotive, nonché punto di convergenza degli schemi già riconosciuti dalle Case Automobilistiche Americane ed Europee, ovvero: Qs 9000; Avsq'94, Vda 6.1, Eaqf.; intende favorire lo sviluppo di un sistema di gestione per la qualità che miri al miglioramento continuo, certificando l'interazione ottimale tra i vari elementi che compongono il prodotto finale e permettendo di prevedere e rimuovere i fattori di rischio fin dalla progettazione, ridefinendo le tecniche di produzione.
    Emesse per la prima volta nel 1999, sono state elaborate dalla International Automotive Task Force (IATF), di cui fanno parte anche le maggiori case automobilistiche mondiali (BMW, Daimler, FIAT, Ford, General Motors, Gruppo PSA, Renault e Volkswagen).
    La struttura della specifica tecnica ricalcando la Norma ISO 9001, rilegge quindi i sistemi di gestione aziendali per la qualità secondo una logica per processi. Dalla semplice conformità allo standard l'enfasi si è spostata verso l'attenzione al cliente e al miglioramento continuo, mirando a un'efficacia del sistema stesso.
    ISO TS 16949 include anche requisiti specifici settoriali per la sensibilizzazione e la formazione dei lavoratori, la progettazione e lo sviluppo, la produzione e la fornitura di servizi, il controllo degli strumenti di misurazione, l' analisi e miglioramento.


  • Certificazione Ambientale ISO 14000
  • Le norme EN UNI ISO 14000 forniscono standard internazionali relativi alla gestione ambientale delle organizzazioni; sono state create dal comitato tecnico dell'ISO (International Organisation for Standardisation) TC 207 "Environmental management" e sono state successivamente approvate dal CEN (Comitato Europeo di Normazione), divenendo così anche norme europee (EN); infine hanno ottenuto lo status di norma nazionale mediante la pubblicazione della traduzione in lingua italiana curata dall'UNI (Ente Italiano di Unificazione).
    Tali norme hanno lo scopo di fornire una guida pratica per:

    • la creazione e/o il miglioramento di un Sistema di gestione ambientale (SGA), attraverso il quale migliorare le prestazioni ambientali;
    • fornire i mezzi con cui sia chi sta all'esterno, sia chi opera internamente all'organizzazione, possa valutare gli aspetti specifici di un SGA e verificarne la validità, ossia realizzare l'audit (verifica) del SGA;
    • fornire mezzi consistenti ed attendibili per dare informazioni sugli aspetti ambientali dei prodotti.

    La ISO 14001 "Sistemi di gestione ambientale - Requisiti guida per l'utilizzo", l'unica prescrittiva a differenza delle altre che sono semplici guide, la quale fornisce i requisiti di un SGA in modo tale da permettere ad un'organizzazione di formulare una politica e stabilire degli obiettivi, tenendo conto delle prescrizioni legislative e delle informazioni riguardanti gli impatti ambientali significativi. è stata redatta in modo da essere appropriata per organizzazioni di ogni tipo e dimensione e si adatta alle differenti situazioni geografiche, culturali e sociali.


  • Certificazione Etica SA 8000
  • La responsabilità sociale d'impresa costituisce oggi senza dubbio una problematica rispetto alla quale si stanno realizzando nuove dinamiche economiche che non possono non interessare la competizione sia su scala globale che su quella locale: essere in possesso di una certificazione SA 8000 costituisce un importante fattore competitivo, da cui traggono reciproco vantaggio l'azienda certificata e la comunità su cui insiste.
    La norma SA (Social Accountability) 8000, standard internazionale elaborato nel 1997 dall'ente americano SAI, nasce dal CEPAA (Council of Economical Priorities Accreditation Agency, www.cepaa.org ), emanazione del CEP (Council of Economic priorities), istituto statunitense fondato nel 1969 per fornire agli investitori ed ai consumatori, strumenti informativi per analizzare le performance sociali delle aziende e garantisce il rispetto dei parametri etici definiti dal SAI (Social Accountability International).

    SA 8000 contiene nove requisiti sociali orientati all'incremento della capacità competitiva di quelle organizzazioni che volontariamente forniscono garanzia di eticità della propria filiera produttiva e del proprio ciclo produttivo.
    I requisiti che vengono verificati per il rilascio della Certificazione testimoniano della piena trasparenza e correttezza etica dell'Impresa rispetto alle seguenti aree sensibili:

    • lavoro infantile
    • lavoro forzato
    • salute e sicurezza
    • libertà di associazione
    • discriminazione
    • pratiche disciplinari
    • orario di lavoro
    • remunerazione
    • sistemi di gestione

  • OHSAS 18001 - Standard internazionale per un sistema di gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori
  • La norma OHSAS 18001 è stata emanata dal BSI (British Standards Institution) nel 1999, rivista nel 2007 e nel 2012, così da poter disporre di uno standard per il quale potesse essere rilasciata una certificazione di conformità. Nel 2000, è stata pubblicata un'apposita guida a questa norma, la OHSAS 18002: Sistemi di Gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori - Linee guida per l'implementazione dello standard OHSAS 18001. Quest'ultima è stata revisionata nel 2008.

    La conformità allo standard internazionale OHSAS 18001 (Occupational Health and Safety Assessment Specification) assicura l'ottemperanza ai requisiti previsti per i sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro e consente ad un'Organizzazione di valutare meglio i rischi e migliorare le proprie prestazioni.
    OHSAS 18001 può essere adottato da qualsiasi Organizzazione operante in tutti i tipi di settori e attività e ha lo scopo di rendere sistematici per un'azienda, il controllo, la conoscenza e la consapevolezza di tutti i possibili rischi insiti nelle situazioni di operatività normale e straordinari, richiedendo alle Organizzazioni un miglioramento continuo, fornendo così a tutti gli interlocutori la garanzia di conformità alle politiche di sicurezza specificate e permettendo a dipendenti, Clienti e ad altri interlocutori di conoscere l'impegno profuso dall'azienda.
    La gestione dei rischi sulla salute e sicurezza dei lavoratori, infatti, ha effetti positivi su attività, prodotti e servizi dell'Organizzazione e questo può riflettersi anche sui risultati economici.


  • EN 1090-1 - Marcatura CE per i componenti strutturali in acciaio o alluminio
  • La Norma si rivolge alle aziende che immettono sul mercato prodotti metallici strutturali, comprendendo componenti in acciaio e in alluminio utilizzati in diversi tipi di opere (capannoni, intelaiature per edifici residenziali o uffici, ponti in acciaio e calcestruzzo, viadotti, tralicci, stadi, grandi spazi espositivi), direttamente o incorporati nelle stesse dopo essere stati assemblati. La norma si applica alle produzione in serie e non.
    Dal 1° luglio 2014 è obbligatoria la Norma Armonizzata EN 1090-1 per l'immissione sul mercato degli elementi strutturali in acciaio e alluminio in Italia ed in tutto lo Spazio Economico Europeo.


  • FSC - Forest Stewardship Council
  • Certificazione in grado di garantire al consumatore che il prodotto è realizzato con materiale proveniente da foreste gestite nel rispetto di rigorosi standard ambientali, sociali ed economici FSC.
    È rivolta ad aziende dei settori del legno e della carta; i prodotti finiti o semilavorati, come pavimenti, arredamenti d'interni, mobili, imballaggi, pannelli e carta destinati al mercato possono essere marcati con il logo FSC.
    La certificazione FSC oltre a contribuire concretamente alla salvaguardia del patrimonio forestale permette alle aziende certificate di:

    • interfacciarsi con enti pubblici e privati aziende e catene di distribuzione che riunite in gruppi di acquisto si sono impegnate a comprare prodotti in legno e carta certificati FSC;
    • differenziare la propria offerta nel mercato rispetto alla concorrenza;
    • migliorare la propria immagine aziendale e la comunicazione d'impresa;
    • entrare nell'elenco delle aziende certificate che permette di accedere a nuovi mercati;
    • utilizzare il logo FSC direttamente sul prodotto e sul materiale di comunicazione e marketing (brochure, siti web, fatture, carta intestata., ecc.).

    Ross & Cromarty supporta le aziende del settore del legno e della carta nelle fasi di studio e applicazione degli interventi necessari per il raggiungimento della certificazione FSC attraverso step successivi:

    • raccolta degli elementi conoscitivi e diagnosi;
    • analisi bisogni ed esigenze aziendali;
    • introduzione e formazione sullo standard FSC;
    • supporto all'applicazione in azienda dello standard FSC;
    • integrazione dello schema FSC nel Sistema di Gestione 9001;
    • valutazione dei risultati;
    • assistenza fino alla certificazione FSC.

    Il metodo di lavoro flessibile di Ross & Cromarty permette anche alle piccole e medie imprese del settore di raggiungere l'obiettivo della certificazione FSC in tempi brevi e a costi contenuti.


  • EN 3834 - Certificazione sistemi di gestione delle saldature
  • È rivolta alle aziende del settore delle carpenterie strutturali e della meccanica pesante e che operano in settori in cui la qualità del manufatto è un elemento particolarmente sensibile, a seguito dell'entrata in vigore del D.M. 14/2008 (norme tecniche per le costruzioni) ora sostituito dal Regolamento Europeo 305/2011; la certificazione è garanzia di elevata professionalità.
    Ross & Cromarty supporta le aziende del settore nello studio e nell'applicazione degli interventi finalizzati al raggiungimento della certificazione EN 3834 con il proprio metodo basato su step successivi:

    • analisi bisogni ed esigenze aziendali e definizione parte applicabile della normativa;
    • supporto e assistenza per qualifiche di processi di saldatura e patentini per saldatori;
    • supporto e assistenza per rapporti con Welding Coordinator;
    • supporto e per esecuzione di Controlli Non Distruttivi II liv.;
    • supporto all'applicazione in azienda dello standard EN 3834;
    • integrazione dello schema EN 3834 nel Sistema di Gestione ISO 9001 e EN 1090;
    • assistenza fino alla certificazione EN 3834.

    Il metodo di lavoro flessibile di Ross & Cromarty permette anche alle piccole e medie imprese del settore di raggiungere l'obiettivo della certificazione EN 3834 in tempi brevi e a costi contenuti.


Così come l'efficienza di un meccanismo è data dalla funzionalità dei suoi componenti, così la produttività di un'azienda è il risultato della somma dei contributi di ciascuna delle sue risorse.
E' per questo che affianchiamo i nostri clienti nella progettazione, pianificazione, organizzazione e gestione della formazione aziendale, grazie a percorsi creati ad-hoc, che massimizzino lo sviluppo delle competenze necessarie all'azienda, ottimizzando l'impiego di tempo e di risorse.
Organizziamo corsi specialistici rivolti al Management, così come corsi di contenuto tecnico e comportamentale, mirati alla compensazione del gap tra competenze dei collaboratori e profilo richiesto, per ogni posizione.
Creiamo percorsi formativi finalizzati alla trasmissione di know-how specifici.

  • Adeguamento alle previsioni del Decreto Legislativo 231/01
  • Il Decreto Legislativo 231/01, ha introdotto un sistema normativo che prevede conseguenze sanzionatorie dirette nei confronti degli enti, per reati posti in essere a vantaggio di questi ultimi da amministratori, dirigenti o dipendenti; di fatto, viene introdotta la responsabilità in sede penale della società che va ad aggiungersi a quella della persona fisica.
    La responsabilità coinvolge il patrimonio dell'ente e, indirettamente, gli interessi economici dei soci.

    I reati perseguibili ai sensi del D.lgs. 231/01 sono:

    • Truffa ai danni dello Stato
    • Truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche
    • Frode informatica in danno dello Stato o di un ente pubblico
    • Concussione
    • Corruzione
    • False comunicazioni sociali
    • Impedito controllo
    • Illecita influenza sull'assemblea
    • Aggiotaggio
    • Ostacolo all'esercizio delle funzioni delle Autorità pubbliche e di vigilanza
    • Illecite operazioni sulle azioni o quote sociali o delle società controllate
    • Operazioni in pregiudizio dei creditori
    • Delitti contro la personalità individuale
    • Delitti in materia di terrorismo e di eversione dell'ordine democratico
    • Reati in falsità di moneta, carte di pubblico credito e valori bollati
    • Delitti informatici e trattamento illecito di dati
    • Sicurezza sul lavoro (D.lgs. 81/08)
    • Reati ambientali
    • Utilizzo e sfruttamento di manodopera irregolare

    Sono previste sanzioni di diversa natura:

    • pecuniarie (minimo € 25.822,84, massimo €1.549.370,69)
    • interdittive e accessorie (interdizione dall'esercizio dell'attività, sospensione o revoca delle autorizzazioni, licenze o concessioni funzionali alla commissione dell'illecito; divieto di contrarre con la P.A.; esclusione da agevolazioni, finanziamenti, contributi o sussidi e/o revoca di quelli concessi; divieto di pubblicizzare beni o servizi)

    È prevista la possibilità di esclusione della responsabilità dell'azienda, che non risponde in solido dei reati posti in essere da propri amministratori, dirigenti e dipendenti se dimostra che:

    • sono stati adottati modelli organizzativi, di gestione e di controllo idonei a prevenire reati della specie poi verificatasi.
    • è stato istituito un organismo di controllo interno e autonomo, dotato di poteri di vigilanza.
    • i vertici hanno commesso il reato eludendo fraudolentemente i protocolli preventivi.
    • non ci sono state omissioni o negligenze nell'operato dell'organismo di controllo.

    La realizzazione di un sistema di controllo interno ex D.lgs. 231/01 consta di sei fasi operative:

    • ANALISI RISCHI: mappatura delle aree a rischio reato sulle quali effettuare l'analisi per la successiva predisposizione di protocolli e procedure di controllo
    • PROTOCOLLI E PROCEDURE realizzati sulle aree sensibili a rischio reato, con l'obiettivo di gestire e controllare l'iter autorizzativo delle attività
    • ORGANISMO DI VIGILANZA interno all'azienda che ha compiti di iniziativa e di controllo sulla efficacia del modello, dotato di piena autonomia nell'esercizio della supervisione e del potere disciplinare.
    • CODICE ETICO, documento che contiene i principi e le regole di comportamento dell'azienda ispirate alla correttezza e al rispetto delle normative di legge. Definisce inoltre le linee di condotta degli amministratori, dirigenti, dipendenti e collaboratori dell'azienda.
    • SISTEMA DISCIPLINARE contenente le sanzioni a carico dei trasgressori relativamente a condotte contrarie al codice etico. Le sanzioni sono adottate dal CDA/organo amministrativo su proposta dell'Organismo di Vigilanza
    • FORMAZIONE E INFORMAZIONE finalizzate alla diffusione del modello a tutto il personale aziendale e alla collettività mediante opportuni strumenti quali la pubblicazione di alcune parti sul sito internet aziendale. Inoltre ai dipendenti viene fornita la formazione sugli aspetti salienti il modello organizzativo e la relativa implementazione.
  • ACERBIS ITALIA
    Progettazione e produzione serbatoi ed accessori moto
    Distribuzione multisport (moto, bike, sci, abbigliamento)
  • A.L.E.R.
    Azienda lombarda per l'edilizia residenziale Bergamo
  • ALIMONTI MILANO
    Lavorazione pietre naturali
  • ALIZEE
    Produzione cosmetici
  • ANDI
    Associazione nazionale dentisti italiani
  • ASMEGA
    Progettazione ed installazione impianti galvanici
  • ASSOSTAMPI
    Associazione di categoria stampisti
  • BI & CI METAL STEEL
    Lavorazione metalli
  • BUIC
    Microfilmatura, archiviazione ottica digitale
  • CARTIERA DI NAVE
    Cartaceo
  • CASSA RISPARMIO GENOVA
    Bancario
  • COLORIFICIO SEBINO
    Produzione vernici
  • CRISTOFORO TIXE
    Produzione vernici e smalti
  • DELOITTE & TOUCHE
    Consulenza di Direzione
  • DIESSECHEM
    Commercio e assistenza strumenti scientifici settore alimentare
  • ENGIM
    Formazione
  • EUROCAMPIONARI
    Produzione campionari tessili
  • FERRETTI CASA
    Costruzione
  • FIDELITAS
    Sicurezza privata, trasporto valori
  • GENERAL VAPEUR
    Elettrodomestici produzione
  • GIÒ CAROLI GIOIELLI
    Gioielleria produzione
  • GOLF FRANCIACORTA
    Strutture sportive, campi da golf
  • HALIBUT
    Gioielli
  • JOLLY MEC
    Riscaldamento domestico a biomassa
  • INNOVA GROUP
    Gruppo cartotecnico
  • INVERNIZZI IMBALLAGGI>
    Imballaggi in fibra kraft per l'industria
  • ISS HYGIENE SERVICES
    Facility management
  • LIVERANI GROUP
    Trasporti alimentari internazionali
  • MARBER
    Produzione scatole
  • MEC ITALIA ENGINEERING
    Realizzazione e manutenzione impianti industriali
  • MICROSOFT
    Prodotti hardware e software per informatica
  • MINIFABER
    Produzione stampi e stampaggio metalli a freddo
  • NACANCO ITALIA
    Noleggio piattaforme aeree
  • NAZARENO GABRIELLI MODA
    Abbigliamento moda
  • NEW SYSTEM
    Contract - arredo navale
  • OFFICINE VITTORIO VILLA
    Metalmeccanica
  • OTEFAL
    Produzione laminati preverniciati
  • POLIRIM
    Stampaggio particolari plastici R.I.M.
  • PIRELLI
    Pneumatici multisettore, cavi, ecc
  • RIVA CANTIERI NAUTICI
    Cantiere nautico
  • SACBO AEROPORTO ORIO AL SERIO
    Aeroporto, trasporto aereo
  • SEA
    Servizi ecologici ambientali
  • SECTOR GROUP
    Orologi
  • ST-THOMAS
    Real Estate
  • TERMIGAS
    Progettazione, realizzazione e manutenzione di impianti tecnologici meccanici, elettrici e speciali

Ross & Cromarty

Via Pignolo 72
24121 Bergamo

tel +39 035 226282
mail@rossecromarty.it

WORK IN PROGRESS


BACK